Dietro le quinte del Carnevale di Fano!!

Ruben Mariotti e Pierluigi Piccinetti, maestri carristi fanesi, ci hanno accompagnato dietro le quinte del Carnevale di Fano!! E’ stato davvero emozionante vedere con quanta passione danno vita a questo evento simbolo della città di Fano!!

I maestri carristi Ruben Mariotti e Pierluigi Piccinetti.

Il Carnevale di Fano, uno dei carnevali più antichi d’Italia, deve la sua fama soprattutto a loro, ai MAESTRI CARRISTI FANESI!!

Alcuni dei maestri carristi, tra cui Pierluigi Piccinetti a sinistra e Ruben Mariotti al centro, che ci hanno portato alla scoperta della lavorazione dei carri allegorici.

I maestri carristi sono dei veri artisti:

partendo da dei semplici blocchi di polistirolo realizzano delle sculture che rivestono, poi, con carta di giornale e colla di farina. Nascono così i pupi di cartapesta che andranno ad abbellire il carro. Non solo cartapesta, infatti molte parti del carro vengono realizzate anche in lana di vetro, per renderlo più resistente. Non può mancare anche la gomma piuma, materiale utilizzato per lo più per gli inserti decorativi del carro.

I maestri carristi sono allo stesso tempo degli artigiani sapienti: grazie alla loro professionalità riescono a realizzare il grande palcoscenico del Carnevale, con strutture in ferro alte anche più di 15 metri, che un tempo, pensate, venivano realizzate tutte in legno.

Tutto questo viene realizzato in un tempo molto breve; i maestri carristi generalmente iniziano il loro lavoro nel mese di ottobre, impiegando circa 4 mesi di duro lavoro per dar vita ad un carro di queste dimensioni.

Con i loro marchingegni che azionano i più disparati movimenti dei pupi, questi carri allegorici possono essere considerati delle vere opere di ingegneria meccanica!!

I carri allegorici durante il corso mascherato daranno vita allo spettacolo del Carnevale di Fano, costituito dai movimenti di queste macchine, dalle coreografie dei figuranti, dalle musiche vivaci, dal getto di dolciumi che si riversa sulla folla a mani levate, dalle mille luci che illumineranno viale Gramsci durante l’ultimo giro della luminaria al tramonto.

maestri carristi ci dedicano tanta passione in questo lavoro, è loro il merito dell’atmosfera di allegria che si respira in queste giornate di Carnevale!!

Nelle foto vedete gli ultimi lavori del nuovo carro di prima categoria “La calunnia è un venticello”, dedicato al maestro Gioacchino Rossini, che celebra il 200 anniversario della sua esibizione come suonatore di viola al Teatro della Fortuna di Fano a soli nove anni. Ecco altre foto:

Non vi resta che venire al Carnevale di Fano, domenica 28 gennaio e domenica 4 e 11 febbraio, per ammirare il lavoro terminato dei maestri carristi fanesi!!! Vi aspettiamo!!

A realizzare i carri allegorici sono i volontari dell’Associazione Carristi Fanesi e dell’Associazione Fantagruel, aiutati nella realizzazione dei carri minori dagli studenti del Liceo Artistico Apolloni di Fano. Li ringraziamo per averci portato alla scoperta del grande lavoro che c’è prima del corso mascherato e per il loro impegno a portare avanti con tanta passione questa nostra tradizione.

Leave A Comment